Come non fare appannare la maschera da sub

Come non fare appannare la maschera da sub

Come non fare appannare la maschera da sub

Immagina di essere finalmente su un’isola tropicale pronto a tuffarti, il mare è calmo l’attrezzatura è perfetta, il divemaster pure simpatico, è la stagione delle mante, che è il tuo animale preferito ed è super attività.

Ci siamo! Ti sei tuffato, tutto a posto, computer, gav, erogatore sembra nemmeno non ci sia. Tutto perfetto.

Ma ecco dopo 2 minuti di immersione la nebbia della Val Padana che pensavi esserti lasciato alle spalle, prende possesso della tua maschera! Prima dai bordi, poi non vedi più nulla. Mentre imprechi e riempi la maschera per pulirla dall’appannamento senti il divemaster che richiama l’attenzione del gruppo, riempi la maschera e la svuoti velocemente, un po’ a caso per essere sinceri, e ti rimane ancora un po’ d’acqua dentro che non ti fa vedere nulla e ti dà pure fastidio, ecco che la risvuoti e finalmente riesci a vedere nuovamente anche se gli occhi sono doloranti come quelli di un vampiro a mezzogiorno! Tutti i tuoi compagni di immersione sono esultanti ed il divemaster anche! Fanno tutti il segno della “manta” con le mani! Tu sai di non poter toglierti l’erogatore ed imprecare sott’acqua ma vorresti tanto farlo!

Se ti sei ritrovato in questa descrizione forse ti interesserà leggere questi utili consigli per imparare come non fare appannare la maschera da sub.

Innanzitutto perchè si appannano le maschere? Ci sono due motivi un motivo è la differenza di temperatura tra interno ed esterno della maschera, cosa che influenza qualsiasi tipo di maschera. Il secondo motivo è il processo di lavorazione delle maschere. Soprattutto le maschere nuove hanno dei residui di liquidi a base grassa che sporcano i vetri.

Capirai quindi che il problema per quanto banale è piuttosto serio in quanto non vedere bene rischia di farti perdere delle occasioni uniche come vedere delle mante oppure ti toglie il comfort dell’immersione. Principalmente noi ti consigliamo due metodi.

Per le maschere nuove non dovrai far altro che seguire la seguente procedura atta a rimuovere questi liquidi di lavorazione a base grassa.

Metodo 1

  • Prendi un accendino e passa la fiamma su tutta la parte interna del vetro della maschera. Lo vedrai annerirsi e affumicarsi. Stai attento a non scottarti perchè il vetro si scalda. Bene vuol dire che sta funzionando!
  • Pulisci con un panno e ripeti l’operazione 2/3 volte.
  • Ora risciacquati le mani con acqua fredda perchè ti sei comunque scottato toccando il vetro per vedere se era veramente caldo.

Metodo 2

  • Lava bene la maschera con detersivo per i piatti

Metodo 3

  • Asciuga bene il vetro interno e mettici dentifricio in pasta di quello della nonna a pasta bianca non i gel moderni. Lascialo agire una notte.
  • Rimuovi il dentifricio grattandolo prima grossolanamente con le unghie o con una spugna per i piatti delicata. Quando il grosso è tolto lavalo con acqua e sapone per i piatti

In questo modo eviterai che la maschera si appanni per colpa dei residui di lavorazione.

Ci resta però il problema della differenza di temperatura. Questo è facilmente risolvibile: sputa nella maschera prima di andare in acqua, spalma la saliva all’interno del vetro. Lasciala lì un po’ e una volta in acqua risciacquala un secondo e via sei pronto per goderti la tua immersione senza nebbia!

Ricorda che in commercio ci sono anche prodotti ad hoc al posto della saliva, non sono sempre rispettosi dell’ambiente e la saliva funziona sempre bene (a meno che tu non abbia appena mangiato qualcosa di burroso che alteri il ph della saliva!).

Questi trucchi li insegniamo durante i nostri corsi di sub a Udine. Se vuoi maggiori informazioni, in attesa di giorni migliori, contattaci senza impegno.

Acquista il nostro libroTutto quello che volevi sapere sul primo soccorso.

Acquistando questo libro digitale online avrai sempre con te un manuale al passo con i tempi che si aggiornerà automaticamente a vita senza la necessità di spendere MAI PIU’ un solo euro!