Cosa mangiare prima di un’immersione

Cosa mangiare prima di un’immersione

Cosa mangiare prima di un’immersione

cosa-mangiare-prima-di-una-immersione-sub

Cosa è consigliabile mangiare prima di un’immersione? Quali sono i rischi principali? Quanto tempo prima bisogna mangiare? Tutte queste domande se le pongono diversi sub ed anche quelli più esperti dopo tanti anni di attività non hanno trovato risposte adeguate. In questo “vademecum” per l’alimentazione del sub facciamo un po’ di chiarezza per effettuare immersioni in tutta tranquillità e dare all’organismo il giusto sostentamento per affrontare un’attività sportiva così impegnativa. L’alimentazione può dipendere anche dalle necessità, dalle esigenze e dalle eventuali intolleranze di ogni sub quindi, prima di iniziare una dieta, è opportuno consultare uno specialista del settore per evitare controindicazioni.

Molti subacquei non fanno la colazione di mattina per sentirsi più leggeri e scattanti, ma si tratta di un errore poiché durante l’immersione vengono bruciate diverse calorie per mantenere il corpo caldo. Sott’acqua inoltre è richiesto uno sforzo fisico maggiore, quindi è essenziale assumere cibi proteici e proteine per ricostruire le masse muscolari e garantire la corretta funzione muscolare. La colazione deve essere leggera preferibilmente a base di yogurt, cereali, frutta, pane tostato o uova. Si tratta di alimenti altamente energetici che danno il giusto contributo di calorie che si trasformano in energia, ma non bisogna eccedere con le proteine altrimenti può verificarsi il rischio di disidratazione. La dose quotidiana ideale è 0,8 g di proteine per chilo di peso corporeo e non bisogna andare oltre altrimenti una colazione troppo abbondante potrebbe causare mal di mare a chi è particolarmente sensibile e debole di stomaco.

Assumere liquidi è di fondamentale importanza quindi sono indicati succhi di frutta e soprattutto acqua. Occhio però al succo d’arancia che ha una forte acidità e potrebbe provocare problemi a chi ha uno stomaco particolarmente sensibile. I cosiddetti drink energetici per gli sportivi sono da evitare poiché contengono spesso zuccheri, calorie extra e sali superflui. Da mettere al bando anche caffè e bevande alcoliche che agiscono come diuretici e possono contribuire alla disidratazione. Sarebbe preferibile evitare anche il latte che ha processi di digestione molto lunghi soprattutto se assunto con cibi solidi.

Puoi concederti qualche snack tra un’immersione e l’altra, ma assicurati di mangiare almeno 2 ore prima di andare sott’acqua per dare al corpo il tempo di digerire. Se ti immergi subito dopo aver mangiato puoi avere crampi o un leggero stato di malessere. Come spuntino ti consiglio banane, barrette energetiche, barrette di cereali, yogurt e frutta. La banana, pur essendo un cibo ricco di potassio e ideale per lo sport, secondo alcune credenze marinaie porta sfortuna in mare quindi prima di fare una scorta assicurati che tutti siano d’accordo!

A pranzo consuma cibi ricchi di carboidrati come riso, pasta, patate, cereali, verdura e frutta. In generale prima di un’immersione i carboidrati dovrebbero rappresentare il 55/60% dell’apporto energetico quotidiano. Assumi però con moderazione i cibi contenenti carboidrati semplici come dolci o biscotti che hanno molte calorie ma un basso valore nutritivo. I grassi non sono ben visti nelle principali diete, eppure possono rappresentare validi alleati per le immersioni e sono comunque elementi essenziali per la nutrizione. Il grasso riduce notevolmente il senso di fame e rappresenta un’importante fonte di energia, ma bisogna assumerlo con moderazione e l’apporto consigliato è del 30% del totale delle calorie quotidiane.

Potrai imparare questa e molte altre nozioni nei nostri corsi per sub a Udine, visita la pagina corsi per maggiori delucidazioni.

Condividi